6 classi che classificano le porte blindate

Le porte blindate si classificano in base al grado di sicurezza garantito. Vuoi saperne di più? Ecco un utile approfondimento al riguardo.

 

La porta blindata è quel serramento imprescindibile che ha lo scopo di tenere al sicuro la tua casa e la tua famiglia dai pericoli esterni. Pensare a una qualunque abitazione senza una porta blindata è pressoché impossibile. Secondo una scala di appartenenza, che va da 1 a 6, una porta blindata può essere più o meno solida e resistente ai tentativi di effrazione. A breve cercheremo di capire meglio come funziona la classificazione delle porte blindate.

Come è fatta una porta blindata?

La porta blindata è un tipo di serramento ideato per resistere ai tentativi di scasso e di intrusione ad opera di delinquenti. Ecco in parole povere come è fatta.

 

Ogni porta blindata è dotata di questi elementi:

il telaio: componente in acciaio piegato che ne forma la struttura;

– il controtelaio: sempre in acciaio che serve ad unificare il muro al telaio;

– la serratura: permette l’apertura e la chiusura dei catenacci ed è formata da una parte centrale nota come cilindro e dal defender, un piccolo dispositivo che protegge il cilindro;

– la cerniera: consente la rotazione e quindi l’apertura della porta;

– la corazza: parte che rende il serramento più sicuro e che si trova sullo stipite della porta;

– i pannelli: utili all’estetica della porta, sono due: quello situato nella parte esterna che deve conformarsi alle altre porte e quello posto nella parte interna che è del tutto personalizzabile secondo il proprio gusto.

 

Come funziona una porta blindata?

A breve vedremo come si classificano le porte blindate, ma prima scopriamone il funzionamento. Il meccanismo della porta blindata è molto semplice e varia in base alla serratura che vi si installa sopra.

In seguito al movimento dei cilindri si verificano l’apertura e la chiusura della porta, poiché questi vanno ad inserirsi in zone specifiche del controtelaio. Nella fase di chiusura, i cilindri si collocano verso l’esterno e la porta viene bloccata sulla struttura muraria, in quella di apertura essi tornano nella loro posizione originaria, consentendo la totale libertà della porta.

Come si classificano le porte blindate?

Le porte blindate vengono distinte in sei categorie:

 

PORTE BLINDATE DI CLASSE 1: queste porte dispongono di un livello di resistenza allo scassinamento molto basso  e sono consigliate in situazioni in cui le intrusioni sono pressoché inesistenti. Sono molto economiche.

PORTE BLINDATE DI CLASSE 2: in questa categoria troviamo quelle porte che sono in grado di resistere ad intrusioni che si avvalgono di strumenti quali martelli e piede di porco;

PORTE BLINDATE DI CLASSE 3: le porte blindate di classe 3 sono in grado di resistere ad attacchi più violenti rispetto alle precedenti descritte sopra;

PORTE BLINDATE DI CLASSE 4: la protezione offerta dalle porte di questa classe è molto elevata. Le porte blindate classe 4 resistono a tutte quelle effrazioni che si avvalgono di strumenti professionali quali accette, seghetti e trapani.

PORTE BLINDATE DI CLASSE 5: le porte blindate di classe 5 sono capaci di sopportare i tentativi di intrusione eseguiti con l’ausilio di strumenti elettrici, come nel caso dell’ utilizzo di un trapano, tecnica di scassinamento chiamata perforazione.

PORTE BLINDATE DI CLASSE 6:questa è la classe che ingloba le porte più resistenti, che riescono a respingere perfino un attacco di natura esplosiva. Grazie a queste porte la protezione di cui si può disporre è di altissimo livello, ed è infatti la classe che viene impiegata per la protezione delle gioiellerie, delle aree militari, dei caveau ed anche delle centrali nucleari.

Call Now ButtonChiama Ora